April 03 2020 Friday at 08:46 PM

Pitti Immagine FW19

At the 95th edition of Pitti Immagine there is the "Landy" Series 2 of 1958 signed by Deus Ex Machina, the first to welcome you in anticipation of the new Deus FW19 collection. At the WP stand we have a living room in Deus style where we will present a screening of the journey we made in the Land Rover through the wild mountains of New Zealand, stopping in huts between forests, speedway tracks and isolated countryside. This explains the three picturesque speedway bikes that completed the indoor set up; a small embassy of the Temples of Enthusiasm. A marked 70s cut of the outerwear characterizes the new FW19 collection which stands out for it's use of varied materials: buffalo leather for example. Remember that we are first of all motorcycle riders, in fact, for the next winter season we will produce our first complete set of leather jacket and pants. Also present are the waxed cloth garments, with fabric from the Scottish Halley Stevenson, famous throughout the world for his material. Velvet, wool and even ripstop for an anorak in orange, enrich the proposed collection which includes Sweatshirts and T-shirts with new Deus Art graphics. In our living room you will also discover the novelty of accessories, a backpack and a foldable bag that test the adventurous attitude that defines us. ----------------------------------------------------------------------------- Alla 95° Edizione di Pitti Immagini è la "Landy" Serie 2 del 1958 firmata Deus Ex Machina la prima ad accogliervi anticipando la nuova Deus FW19. Presso lo stand di WP, un salotto in pieno stile Deus vi presenterà la collezione durante il viaggio che abbiamo fatto in Land Rover attraverso le montagne selvagge della Nuova Zelanda, fermandoci in capanni tra foreste, piste da speedway e paesi isolati. Questo spiega il perché delle tre pittoresche moto da speedway che hanno completato l'allestimento indoor trasformandolo in una piccola ambasciata dei Templi dell'Entusiasmo. Un marcato taglio anni '70 dei capispalla, caratterizza la collezione FW19 in cui spicca la varietà di tessuti utilizzati: la pelle di bufalo ad esempio, ricorda che siamo motociclisti prima di tutto, infatti, per la prossima stagione invernale sarà prodotto il primo completo giacca-pantaloni in pelle. Immancabile anche la presenza di capi in canvas cerato, tessuto fornitoci dallo scozzese Halley Stevenson famoso in tutto il mondo per il suo materiale. Velluto, lana e persino ripstop per un anorak in arancio, arricchiscono la proposta della collezione, completa di felpe e magliette con nuove grafiche Deus Art. Se venite a trovarci nel nostro salotto scoprirete anche la novità tra gli accessori, uno zaino e un marsupio ripiegabili che danno prova dell'attitudine adventure che ci contraddistingue.